Erano tutti imputati nel processo per l’omicidio dell’imprenditore di Mugnano, Enrico Amelio, e sono stati tutti condannati all’ergastolo dal giudice della Corte d'Assise d'Appello di Napoli (prima sezione): Giuseppe Polverino, Salvatore Licciardi, Salvatore Simioli, Salvatore Cammarota e Claudio De Biase. Amelio cadde vittima di un agguato nel 2006 e trucidato dai sicari del clan Polverino. L'uomo, avvicinato dal killer assoldato dai Polverino nei pressi della scuola Gioberti di Quarto, fu centrato da tre colpi alla gamba destra e uno alla gamba sinistra. Fu l’ultimo proiettile ad essergli fatale: recise l'arteria femorale dell'imprenditore provocandogli la morte. L’agguato gli fu teso non molto tempo dopo Amelio si era trasferito nel basso Lazio.

 

 





Leggi anche: