Anche il sindaco di San Giuseppe Vesuviano, Vincenzo Catapano, è risultato positivo al Coronavirus. È lo stesso primo cittadino a comunicarlo sulla sua pagina Facebook. “Questa mattina ho ricevuto l'esito del tampone e, purtroppo, sono risultato positivo al covid-19. Non ho sintomi particolari al momento e continuerò a lavorare da casa, come sono certo continueranno a fare tutti coloro i quali hanno collaborato con me e sono stati in stretto contatto con me, che dovranno essere sottoposti all'isolamento obbligatorio per 14 giorni", così scrive Catapano. “Continuo a chiedervi di osservare rigorosamente tutte le misure di prescrizione impartitevi - aggiunge - restando a casa e mantenendo distanze sociali”. E prosegue: “Io continuerò a dare il mio contributo da casa, ma desidero rassicurarvi - sottolinea - grazie anche al vicesindaco Tommaso Andreoli, che mi sostituirà fisicamente, manderemo avanti efficientemente tutta la macchina degli aiuti e del sostegno, anche alimentare, per chi ha bisogno, che sarà ascoltato e preso in carico dai nostri Servizi Sociali”. Poi la conclusione: “Nulla da temere. Guarirò, cari amici, e tornerò presto. Insieme ce la faremo".

Poi un nuovo caso positivo al Coronavirus è stato registrato a Bacoli, facendo così salire il bilancio complessivo a 5 persone contagiate. A comunicarlo è stato il sindaco Josi Gerardo Della Ragione, con un post su facebook. “Il Dipartimento di Prevenzione dell’Asl Napoli 2 Nord mi ha comunicato che un tampone effettuato sabato ad un cittadino di Bacoli è risultato positivo al Coronavirus. Si sta ricostruendo la rete dei contatti. La persona è in isolamento sanitario e, dopo aver avuto febbre alta, da un paio di giorni sta meglio. Sarà fatto il tampone alle persone con cui ha avuto contatti nelle ultime due settimane. Ho sentito i familiari, stanno bene. Sono in quarantena. A loro ho portato tutta la vicinanza delle istituzioni e della nostra comunità. Sono quindi cinque i casi di contagio in città. Uno deceduto. E quattro in ripresa: ossia, due in isolamento sanitario e due ricoverati in ospedale. Vi chiedo il massimo impegno per vincere questa guerra. Ce la faremo, ma ognuno deve fare la propria parte. Sentitevi responsabili della vostra salute e di quella dei vostri cari. Continuerò ad aggiornarvi costantemente. Questa è la settimana più dura per la Regione Campania. Stringiamo i denti. “Uscite dentro”, e la vinciamo noi. È una promessa”. E a 5 sale il bilancio dei contagiati anche ad Acerra, dopo l’ultimo caso positivo comunicato dal sindaco Raffaele Lettieri: “Salgono a 5 i casi positivi al Coronavirus in città, più il nostro concittadino isolato a Sant’Anastasia. Come dicevo ieri è inutile e assolutamente inopportuno che mi chiediate particolari sui malati, le autorità sanitarie si occupano di queste persone e stanno ricostruendo se hanno avuto eventuali contatti con altri. Quindi smettete di fare gli investigatori, di chiedere informazioni, di far girare fake news e mandare messaggi vocali sui social... La vigilanza sanitaria spetta ad altri, è compito di altri, quindi smettetela con la caccia alle streghe, con gli audio fake o altre false notizie. Siamo piuttosto attenti e responsabili. A tutti loro auguriamo invece pronta guarigione e tanta salute. A tutti gli altri dico che dovete stare a casa, non c’è altro da fare”.

Mentre per Frattamaggiore sono due i nuovi contagiati, che fanno salire il bilancio a 12 contagiati. Mi hanno appena comunicato dal Dipartimento di prevenzione dell’Asl che abbiamo altri due nostri concittadini positivi per coronavirus. Si tratta di due casi collegati ad un altro nostro positivo dei quali aspettavamo solo il risultato del tampone. Le persone, che erano già state poste in isolamento domiciliare, fortunatamente stanno bene. Il sistema di monitoraggio sta funzionando. Al momento non sembrano esserci focolai sparsi”. Così, il sindaco Marco Antonio Del Prete.

 





Leggi anche: