Pin It

L’intera comunità di Buccino, nel Salernitano, è sotto shock per quanto accaduto nella giornata di ieri: un uomo ha tentato di uccidere la propria moglie e poi se stesso. Un 75enne del posto, dopo una lite violenta con la moglie 73enne, preso da un raptus, ha afferrato la coniuge per il collo e ha tentato di strangolarla con un cavo elettrico. Le forti urla dell’anziano hanno attirato l’attenzione di uno dei nipoti della coppia che abita nell’appartamento al piano di sopra. Ad un certo punto, non sentendo più le urla, il giovane, temendo il peggio, si è precipitato al piano di sotto non prima di aver allertato i carabinieri. Il nipote ha tentato di entrare nell’abitazione dei nonni ma nonostante l’insistenza non si è visto aprire la porta. La stessa scena si è ripetuta all’arrivo dei militari, che dopo vari tentativi, hanno deciso di forzare l’ingresso. Appena entrati, gli uomini dell’Arma si sono trovati di fronte il 75enne, in lacrime che chiedeva di essere arrestato per aver ucciso la moglie. Infatti, la 73enne era a terra priva di sensi con ancora il cavo elettrico intorno al collo. Subito dopo pero l’anziano, preso dalla disperazione, tentato il suicidio buttandosi giù dal balcone ma è stato bloccato in tempo dai carabinieri. Nel contempo, alcuni dei militari hanno tentato di rianimare con successo la donna, che in pochi minuti si è ripresa. Giunti i paramedici del 118, la donna è stata trasportata al pronto soccorso dell’Ospedale di Oliveto Citra, dove è ora ricoverata. Il marito, invece, è stato rinchiuso presso il carcere di Salerno Fuorni.

 

 





Leggi anche: