Un consiglio comunale durato più di quattro ore, al netto delle due pause da circa mezz'ora (la prima per mancanza del numero legale al momento del primo appello e la seconda perché gli animi che si stavano accendendo tanto da rendere necessaria la decisione del presidente dell'Assise, Carmine Palmiero, di sospendere la seduta), quello che si è svolto ieri mattina ad Aversa. Un civico consesso incentrato sulla delicata questione del mercato ortofrutticolo. Il pubblico era quasi interamente composto dagli operatori del settore in attesa di risposte.
I lavori si sono aperti con una questione pregiudiziale al punto 9 degli ordini del giorno presentata dal consigliere Alfonso Oliva, approvata all'unanimità. Ma è dai primi minuti del secondo punto, riguardante la mozione presentata dalle forze di opposizione sulla spinosa questione del mercato ortofrutticolo, chiuso ormai da quasi un mese, che si è subito percepito che ci sarebbe stato uno scontro molto duro. E infatti non sono mancati attacchi reciproci su responsabilità e mancanza di azioni concrete. Sulla questione è stata fatta un'ampia discussione ma alla fine la proposta della minoranza è stata bocciata con 12 voti contrari e 7 a favore. Non da meno è stato il terzo punto nel quale era previsto, su proposta del sindaco, l'istituzione di una commissione dedicata al 'Mof'. Anche in questo caso la tensione è stata alta, compresa quella del pubblico presente, tanto da spingere il presidente Palmiero a sospendere la seduta. Al rientro, quando sono state avviate le operazioni di voto, tutti e sette i consiglieri di opposizione presenti hanno abbandonato l'Aula per dimostrare il loro disappunto in merito all'oggetto.

Poco dopo il termine dei lavori gli operatori di settore, in protesta permanente, hanno occupato per la terza volta la sala consiliare chiedendo a gran voce, ancora una volta, una celere risoluzione della problematica. La situazione si è normalizzata solo in serata quando i manifestanti hanno abbandonato il loro presidio.

Luigi Viglione

VIDEO INTEGRALE DEL CONSIGLIO COMUNALE





Leggi anche: