Erano già nell'aria da un po' di tempo ma stasera si sono concretizzate le dimissioni di Emiddio Cimmino da segretario provinciale del Pd di Caserta perché, a suo dire, mancava l'unità nel partito. Già a fine settembre l'ex sindaco di San Tammaro aveva manifestato la volontà di abbandonare l'incarico ma l'assemblea provinciale aveva respinto la proposta e lo aveva riconfermato alla guida dei dem casertani.

Dopo aver attraversato tre anni di commissariamento in cui a reggere le sorti dei dem è stato il senatore Franco Mirabelli, sembrava che si fossero fermate le guerre fratricide interne al partito e che l'ascia di guerra fosse stata seppellita con l'elezione della nuova segreteria ma invece il copione non è cambiato: fin dai primi momenti non sono mancate le tensioni tra i vari rappresentanti delle locali sezioni.





Leggi anche: